Blog

del professionista

lunedì 22 giugno 2015

SCLEROSI MULTIPLA E GRAVIDANZA


La sclerosi multipla colpisce molte più donne che uomini. Infatti, il rapporto donne/uomini è pari a circa 3/1 e vi sono evidenza scientifiche molto forti riguardo un continuo aumento di questo rapporto. La sclerosi multipla esordisce più frequentemente tra i 20 ed i 40 anni, pertanto nel periodo fertile della donna. Tuttavia, La sclerosi multipla non è causa di ridotta fertilità nella donna e nell'uomo. La gravidanza di per sè non pone problemi particolari, in quanto durante questi nove mesi le donne con sclerosi multipla sono "relativamente" protette dal rischio di ricadute. Infatti, il tasso di ricadute durante il secondo e soprattutto durante il terzo trimestre di gravidanza si riduce notevolmente. Nel post-partum il rischio di ricadute è aumentato, ma un recente studio Italiano ha stabilito che questo rischio è legato al tasso di ricadute che la donna presentava prima della gravidanza, pertanto le donne con la malattia molto attiva prima della gravidanza saranno a maggior rischio di un peggioramento della malattia subito dopo la gravidanza.

Durante l’intervento del Dott. Iaffaldano, sono stati presentati tutti i farmaci ad oggi disponibili per il trattamento della malattia (ben 10 ormai). Sono stati passati in rassegna i dati riguardanti l'effetto di ciascun farmaco sulla gravidanza e sulla fertilità. Sono state fornite informazioni anche riguardo l’eventuale esposizione dell'uomo.

Il messaggio principale del convegno è stato in sintesi: una donna con sclerosi multipla può decidere di avere una gravidanza. La gravidanza deve essere programmata e ci deve essere sempre uno stretto accordo con il neurologo di fiducia.

▶ 1:31